Comunicato – Consultazione pubblica UE sulla giustizia in materia ambientale

Andrea Zanoni, deputato al Parlamento europeo        


Comunicato stampa del 17 settembre 2013

Consultazione pubblica UE sulla giustizia in materia ambientale

La Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica su una nuova proposta di direttiva sull’accesso alla giustizia in materia di ambiente alla quale possono partecipare tutti i cittadini, le associazioni e gli enti pubblici. La scadenza è fissata per il 23 settembre 2013.

La Commissione europea ha aperto una consultazione pubblica su una nuova proposta di direttiva sull’accesso alla giustizia in materia di ambiente. I risultati della consultazione pubblica contribuiranno all’elaborazione di una proposta legislativa sin dai suoi primi passi”. Lo fa sapere Andrea Zanoni, eurodeputato e membro della commissione ENVI Ambiente al Parlamento europeo.

Invito i cittadini italiani a partecipare numerosi. Sempre più spesso le questioni ambientali sono oggetto di soprusi. I cittadini hanno il sacrosanto diritto di poter difendere l’ambiente in cui vivono e la propria salute contro gli interessi delle grandi lobby che spesso vogliono costruire, scavare e inquinare esclusivamente per tornaconto personale”.

Proprio sulle questioni ambientali si registra il più alto numero di procedure d’infrazione aperte ai danni dell’Italia (29 su 106 totali).

L’Italia è da sempre l’imputato numero uno in Europa per questioni ambientali. Non passa giorno che non mi occupi di discariche, procedure di Valutazione d’Impatto Ambientale VIA non rispettate, minacce ad aree protette, impianti di trattamento rifiuti, centrali idroelettriche in arre sensibili e così via. Di fronte a tutte queste ingiustizie, i cittadini si riuniscono in comitati e associazioni e lottano per difendere il proprio ambiente e la propria salute armati solo della propria buona volontà”.

Per questo invito cittadini, associazioni e autorità pubbliche ad esprimere le proprie opinioni fino al 23 settembre 2013 per far sentire la propria voce a Bruxelles e influenzare positivamente sin dall’inizio la nuova proposta di direttiva sull’accesso alla giustizia in materia di ambiente”, afferma Zanoni.

La consultazione, disponibile (clicca QUI) solo in inglese è divisa in due parti: singoli cittadini (QUI) ed organizzazioni (QUI).

A Bruxelles sto combattendo da quando sono stato eletto eurodeputato contro i soprusi che le lobby, a volte grazie alla complicità di alcune amministrazioni locali, commettono nei confronti dei cittadini e dell’ambiente. Per questo è importante dare un forte segnale popolare affinché si prendano le misure indispensabili a garantire a tutti i cittadini la dovuta giustizia nelle questioni ambientali”, conclude Zanoni.

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

    *

    x

    Check Also

    D’Alpaos: “Scandali e arresti non sono serviti a nulla. La salvaguardia è tutt’ora ostaggio della politica delgi affari”

    ...