APPELLO PER IL DIRITTO A MANIFESTARE IN PIAZZA S. MARCO

La grandissima assemblea di ieri ha espresso una volontà chiara. Quella che il corteo di sabato (con partenza alle Zattere alle 16) arrivi in Piazza San Marco, cuore della nostra città, vietato ai cittadini e consentito alle grandi navi.
Per aderire, mandateci un messaggio qui, alla nostra pagina FB o scrivete a nobigship@gmail.com

ecco il testo dell’appello al Prefetto di Venezia

CHIEDIAMO A TUTTI COLORO CHE VOGLIONO (rappresentati di associazioni o singoli) DI INOLTRARE QUESTO MESSAGGIO AL PREFETTO: prefettura.venezia@interno.it

 

Al Prefetto di Venezia, dott. Vittorio Zappalorto

APPELLO PER CONCLUDERE LA MANIFESTAZIONE DI SABATO 8 GIUGNO IN PIAZZA SAN MARCO
La MSC Opera, schiantatasi domenica scorsa 2 giugno contro la banchina di San Basilio e l’imbarcazione
fluviale “River Countess”, provocando danni e feriti, ha dimostrato al mondo intero che è possibile quello che in tutti questi anni denunciavamo e che le Autorità competenti hanno per anni negato, consentendo la deroga al Decreto Clini – Passera che dal 2012 vieterebbe l’accesso al bacino di San Marco e al Canale della Giudecca alle navi oltre le 40.000 tonnellate di stazza lorda.
Proprio il giorno della “Sensa”, lo sposalizio della “Serenissima” con il mare, è successo quello che non
doveva succedere, dimostrando l’incompatibilità di queste navi gigantesche con l’area marciana, il Canale della Giudecca, e l’intera Laguna.
Sabato 8 giugno, con partenza alle ore 16 dalle Zattere, abbiamo indetto un corteo che si farà portavoce di due richieste precise: fuori le navi dalla Laguna e applicazione del decreto Clini Passera, ovvero stop
immediato al transito delle navi in laguna. Che questa sia la precondizione per pensare ad un’alternativa all’insostenibile stato attuale delle cose.
Invitando la città a manifestare, ci sentiamo di rivolgerLe un accorato appello affinché autorizzi, in via
eccezionale, la conclusione del corteo in Piazza San Marco, per segnalare – anche dal punto di vista
simbolico – la riappropriazione della città da parte di chi la abita, ci vive, ci lavora o ci studia, o semplicemente da parte di chi la ama.
Troppa è la pressione di forti interessi economici e finanziari sulla nostra città e sulla nostra Laguna, soffocata dalla monocoltura turistica, dalle trasformazioni urbane che sottraggono residenza e vita normale ai cittadini, di cui la vicenda grandi navi è solo un aspetto e tra i più gravi.
Se le grandi navi hanno potuto, fino ad ora, accedere al centro della città in deroga a leggi dello Stato in nome del profitto, ci pare giusto che, per un giorno, in deroga a provvedimenti amministrativi che vietano la Piazza alle manifestazioni, sia consentito ai cittadini di esprimere il loro dissenso a San Marco, cuore della città e bene comune dell’Umanità.
Vorremmo che, Sabato, la Piazza tornasse a rappresentare il cuore della comunità veneziana, una comunità che si riunirà per chiedere con forza un dovuto atto di cura e di difesa della città più bella
del mondo.

Primi Firmatari:
associazioni e sindacati
Comitato No Grandi Navi, Laguna Bene Comune
Fridays for Future Venezia-Mestre
FIOM-CGIL Venezia-Mestre
Coordinamento delle Associazioni Ambientaliste del Lido
Medicina Democratica Venezia-Mestre
Associazione AmbienteVenezia
A.N.P.I. Venezia-Mestre
Gruppo 25 Aprile
ADL – COBAS
Associazione Venezia Cambia
Assemblea Non Una Di Meno Venezia – Mestre
COBAS Comune di Venezia
USB Federazione di Venezia
Quartieri in Movimento – Mestre
Marghera Libera e Pensante
Assemblea Permanente contro il rischio chimico – Marghera
Cooperativa Caracol – Marghera
Ecoistituto del Veneto
SANCA Veneta
Comitato Opzione Zero – Riviera del Brenta
Mediterranea Venezia
Lisc collettivo universitario
Coordinamento studenti medi Venezia – Mestre
Insieme x Venezia e Terraferma
Gruppo Femminismi Contemporanei
Osservatorio Ambiente E Territorio di Chioggia
Italia Nostra
Argo
Malacaigo Riviera del Brenta
Ya basta edi bese
Mestre/Venezia due grandi città
Associzione VasVenezia
Cobas Scuola del Veneto
Up Sport Veneto
Alessandro Busetto – CUB Venezia
Antonio Rusconi – Gruppo 183
Associazione Panchina Calda
Awakening
Alberto Peruffo – Casa di Cultura
We are here Venice
Libreria Marco Polo
Mi riconosci? Sono un professionista dei beni culturali
CulturAlb – ass studentesca
ASU Padova
Crabs Venezia – Basket antifascista
Circolo Arci Luigi Nono Giudecca
Stonewall Venezia LGBTQIA
Nur – universitari contro l’apartheid israeliana
Femminismi Contemporanei
Parole in Movimento
Extinction Rebellion Veneto
Zone Onlus
Gruppo In-Formazione
Ass. culturale teatrale Accadueò Non Potabile (Malmadur, Frullatorio)
Circolo culturale santa margherita “paolo peroni”
Comitato diritti civili delle prostitute Onlus
Altraitalia Barcellona
Associazione botteghe del mondo
Cooperativa filo’
Emporio etico
Aeres Venezia per l’altraeconomia
P.E.R. Venezia Consapevole.
Gabriele Vesco – Segreteria Nazionale Lavoro Ambiente Solidarieta’
Eddyburg
Poveglia per Tutti
Cooperativa Agricola El Tamiso
Comitato Possibile Metropolitana Venezia “Marielle Franco”
LIPU – Delegazione di Venezia
Cesare Peris presidente Società di Mutuo Soccorso Carpentieri e Calafati di Venezia.
Gabriella Giaretta presid.Comitato Rialto Novo
Flc Cgil Venezia
SPI CGIL Venezia
CUB Venezia
Comitato No grandi Navi a Punta Sabbioni
WWF Italia – presidente Donatella Bianchi
Roberto Sinibaldi – Direttivo WWF Venezia e Territorio
Libera – Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie – Venezia
EcoMagazine
Comitato per la revisione della viabilità del Lido – Presidente Vianello G.Battista
Associazione Culturale Ambientale Lido d’Amare – Presidente Daniela Milani

 

figure istituzionali e politiche
Giovanni Andrea Martini – Presidente della Municipalità Venezia Murano Burano
Roberto Vianello – delegato ambiente Municipalità Venezia Murano Burano
Gianfranco Bettin – Presidente della Municipalità di Marghera
Gianluca Trabucco – Presidente della Municipalità di Chirignago e Zelarino
Felice Casson – capogruppo lista civica
Francesca Faccini – consigliere comunale
Antonio Infante – a nome di Art.1 Centro Storico
Monica Frassoni – a nome del gruppo European Green Party presso Parlamento Europeo
Coordinamento metropolitano PaP-Venezia
Michele De Col – Rifondazione Comunista, Consigliere di municipalità
Partito della Rifondazione Comunista-Sinistra Europea. Responsabile nazionale ambiente PRC-SE
Silvia Benedetti, deputata alla Camera
Gianluca Schiavon, responsabile nazionale Giustizia PRC/SE
Laura Di Lucia Coletti associazione L’altra europa Laboratorio
Alessandra Bertotto, consigliera Municipalità Venezia Murano Burano
Giovanni Pellizzato – lista civica Casson vicepresidente del consiglio comunale
DiEM25 Italia
PRC/SE di Chioggia
Cristiano Gasparetto – ex assessore alla mobilità
Patrizia Bartelle – consigliera regione Veneto
Sara Visman – consigliera comunale
Fabrizio Baggi – Segreteria Regionale Prc/SE Lombardia
Alessia Sala – presidente del Senato degli Studenti Iuav.
Simona Vio – Consigliera di municipalità
Anna Messinis – Vicepresidente Municipalità di Venezia Murano Burano
Renzo Busetto – Consigliere Municipalità di Venezia Murano Burano
Potere al Popolo – Venezia
PCI nazionale – responsabile ambiente e territorio Edoardo Castellucci
Partito della Rifondazione Comunista- Sinistra Europea Federazione di Venezia
Partito della Rifondazione Comunista- Sinistra Europea Regione Veneto
Alessandra Regazzi – Comitato Possibile Venezia Metropolitana
Pier Paolo Scelsi – Comitato Possibile Venezia Metropolitana
Fabio De Cassan – Partito Comunista Italiano
Roberto Marangio – Partito Comunista Italiano
Flavio Albertini – Sinistra Italiana
Maurizio Enzo – Sinistra Italiana
Gabriele Scaramuzza – Art1 1 MDP
Michele Mognato – Art 1 MDP
Lorenzo Luxardi – Municipalità Favaro
Beatrice Brignone, Segretaria di Possibile
Giuseppe Civati, fondatore di Possibile
Comitato Possibile Metropolitana Venezia “Marielle Franco”
Daniele Vannetiello, Laboratorio politico per Un’altra città-Firenze
Stefano Reggio – Vice Presidente Esecutivo Municipalità Lido Pellestrina
Monica Coin – Pci Venezia e Ambiente Venezia
Verdi – Veneto

 

dal mondo della cultura e dello spettacolo
Gianni De Luigi – regista
Giuseppe Tattara – Università Ca’ Foscari
Bruna Bianchi – Università Ca’ Foscari
Stefano Boato – IUAV
Carlo Giacomini – IUAV
Flavio Cogo – scrittore
Edoardo Salzano – urbanista
Pier Luigi Olivi – poeta
Cosimo Damiano Simone Presidente Archeogruppo “E. Jacovelli” – Massafra (TA)
Pierpaolo Capovilla – musicista cantante
Wu Ming – scrittori
Roberto Ferrucci – scrittore giornalista
Giannarosa Marino – insegnante liceo Marco Polo
Giovanni Pellegrini – filmaker
Michele Alassio – fotografo e artista
Renata Mannise – docente Liceo Marco Polo
Giorgia Marangoni – produttore e regista
Massimo Carlotto – scrittore
Giorgio Conti – Co-cordinatore Archivi della Sostenibilità Università Ca’ Foscari
Stefano Patron – bibliotecario università Ca’ Foscari
Filippo Maria Pontani – docente unversità Ca’ Foscari
Antonio Rigo – docente Università Ca’ Foscari
Andrea Salvucci – architetto
Marco Fincardi – docente Università Ca’ Foscari
Sabrina Marchetti – docente Università Ca’ Foscari
Caterina Serra – scrittrice sceneggiatrice
Annalisa Sacchi – docente IUAV Venezia
Lucio Schiavon – illustratore
Elio Germano – attore
Zero Calcare – fumettista
Guido Viale – saggista e sociologo
Graziella Tonon – politecnico di Milano
Giancarlo Consonni – Politecnico di Milano
Carla Menegazzi – Pastorale Universitaria
Daniela Poli – urbanista Università di Firenze
Ilaria Boniburini – ricercatrice
Silvio Testa – giornalista e scrittore
Carlo Campana – Emergency
Andrea Bayer – illustratore
Tiziano Scarpa – scrittore
Lucia Veronesi – artista
Alessia Stelitano – architetto
Giovanna Corazza – Università Ca’ Foscari – Venezia
Antonio Paolo Russo – University Rovira I Virgili
Andreina Lavagetto – Università Ca’ Foscari
Valentina Sapienza – Università Ca’ Foscari Venezia
Paola Scarpa – Architetta
Vincenzo Di Tella – Ingegnere
Benedetta Argentieri – giornalista e regista
Enrico Gargiulo – Ca’ Foscari
Anna Avidano – ricercatrice indipendente
Adelisa Malena – docente Cà Foscari
Gianni Fabbri – Architetto
Ilaria Agostini, Università di Bologna
Francesco Brollo, docente di Lettere presso il Liceo Stefanini di Mestre
Frank di “dixe el duse”
Elena Mazzi – artista
Gabriele Gandini – musicista

    12 commenti

    1. Gabriella Lupia

      Fuori le grandi navi da Venezia. Sono pericolose e contro ogni buon senso.

    2. Giovanni Battista Vianello

      Mi batto per lasciare ai miei nipoti una Laguna senza Grandi Navi e senza vampiri.

    3. Fuori le navi dalla Laguna

    4. Pietrangelo Pettenò

      Piazza San Marco non si può negare alla Comunità veneziana, alla Comunità cosmopolita !
      No agli affari, Si ai diritti !

    5. Roberta Minetto

      Venezia è fragile e delicata….ormai è stata sfruttata troppo, lasciamole la sua unicità che la differenzia dal resto del mondo…

    6. Davide Facchin

      Aderisco all’appello per la manifestazione con arrivo a Piazza San Marco, già inviato al prefetto.
      La città a chi ci abita, basta con fuffe truffe e paure. Accoglienza per chi ne ha bisigno, non per le grandi navi.

    7. Vedova Alfreda

      Basta grandi navi perché Venezia l abbiamo resa fragile con le nostre violenze, non solo i turisti ne sono colpevoli ma colpevoli siamo noi tutti, veneziani, con il nostro menefreghismo, il nostro “ma non può succedere” ora adesso o mai più.

    8. Maria Antonietta Danieli

      Aderisco certamente

    9. Sono con il Comitato No Grandi Navi. Sono con Venezia e i suoi cittadini.

    10. Fuori le Grandi navi dalla Laguna. Sono con Venezia e i Veneziani

    11. Mariano Grassia

      Le grandi navi in laguna sono un insulto alla millenaria civiltà di Venezia, ne mettono a rischio la stessa incolumità e sopravvivenza. Vanno fermate subito senza se e senza ma. È una cosa ormai non rinviabile, e spero in una partecipazione massiva della cittadinanza e di coloro che hanno chiara la sacralità di Venezia, Città incomparabile con nessun’ altra. E non ci sarà un’altra Venezia. O noi o loro!

    12. No alle grandi navi nella laguna di Venezia!

    Lascia un Commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

    *